Paritarie tutti i fondi al Miur. Trovato l'accordo in maggioranz​a - Associazione Mariapaola Albertario

Cerca
Meteo Milano
Vai ai contenuti

Menu principale:

Paritarie tutti i fondi al Miur. Trovato l'accordo in maggioranz​a

Files News > Files News 2014-2015

Gent.mi tutti,
scorgere segnali positivi domanda risposte responsabili. Letture disfattiste, se da un canto denunciano la propria incapacità di incidere positivamente nella societas, dall’altra giustificano l’irresponsabilità di chi può fare e non fa. Insomma, la battaglia per la “garanzia” dell’esercizio del diritto della famiglia domanda la costanza della goccia che scava la roccia e la sapienza di chi ritrova nel confronto la conoscenza e l’apertura. E i segnali positivi non si fanno attendere. E’ con soddisfazione che apprendiamo che la maggioranza ha accettato di riportare al Miur tutto il fondo per le scuole paritarie sottraendolo alle necessità di pareggio di bilancio delle Regioni, che avrebbero potuto destinarlo secondo altri ordini di priorità come è già successo negli anni precedenti.
Resta da attendere il voto in Commissione Bilancio sino alla Camera dei Deputati ma si resta fiduciosi, la forza delle buone idee saprà imporsi.

  • 22.11.2014 da La Tecnica della Scuola, Quel conteso fondo per le scuole paritarie (clicca qui)

  • 22.11.2014 da Avvenire, Paritarie tutti i fondi al Miur. Trovato l'accordo in maggioranza (clicca qui)


Ora, da un governo che ha dichiarato sia che "la scuola è una sua priorità", sia che "la scuola pubblica è statale e paritaria" (ex L. 62/2000) con tutto ciò che implica, i cittadini devono esigere che l’Italia, in quanto Stato di diritto, recuperi la propria responsabilità di attore capace di "garantire" i diritti che riconosce ai cittadini, in modo concreto, poichè nello stesso documento dice che si deve "lavorare per dare alle scuole paritarie maggior certezza sulle risorse loro destinate, nonché garanzia di procedure semplificate per la loro assegnazione". Due punti centrali, che finora sono quasi sempre stati disattesi perché, se non si introduce il costo standard dello studente (clicca qui per leggere), da erogare alla scuola pubblica, statale e paritaria, mai giustizia sarà fatta. E’ uno strumento che in tempi di spending review permetterebbe di risparmiare da una parte e investire meglio dall’altra.

I visitatori web della Buona Scuola sembrano aver creduto e sposato questa proposta che si conferma l’anello mancante per garantire un diritto dal sistema giuridico perfetto e ora si va avanti. (
clicca qui per leggere).

P.S. Per seguire l'attività della F.I.D.A.E. LOMBARDIA (
clicca qui).

Con i più cari saluti
Sr.Anna Monia



 
Torna ai contenuti | Torna al menu