News F.I.D.A.E. LOMBARDIA 28.03.2015: E' (SOLO) LA CULTURA CHE CI SALVERA' - Associazione Mariapaola Albertario

Cerca
Meteo Milano
Vai ai contenuti

Menu principale:

News F.I.D.A.E. LOMBARDIA 28.03.2015: E' (SOLO) LA CULTURA CHE CI SALVERA'

Files News > File News 2015-2016

Gent.mi tutti,
all'indomani dei tragici fatti di Bruxelles il presidente del Consiglio giustamente afferma che «la salvezza è la cultura ».

Ci uniamo al dolore di tante vittime innocenti ma continuiamo con il coraggio delle Buone Idee che sa domandare al proprio Stato di diritto la capacità (oltre che il dovere) di garantire appunto i diritti. Questo fa crescere cittadini liberi e integrati. Ripenso alle parole di Shimon Peres «I terroristi hanno ucciso tanto, hanno fatto tanti morti MA non hanno MAI vinto niente».
Da qui ripartiamo, certi che tutte le nostre azioni tese ad abbattere muri di ideologia per una piena libertà di scelta educativa, per quanto appaiano una goccia nell'oceano, sono oggi più che mai fondamentali. Questo perchè l'opera educativa è la chiave della sopravvivenza dell'umanità. Questo è sotto gli occhi del mondo.

  • 24.03.2016 da SIR, SCUOLA PARITARIA E DISCRIMINAZIONI, di G.Zucchelli. Una storia di ordinaria discriminazione. Una storia di ordinario autolesionismo nel nome dell'ideologia. Stiamo parlando della situazione delle scuole pubbliche paritarie d'Italia. Di uno Stato che le discrimina, che comprime la libertà di scelta educativa dei genitori e finisce per piazzare i livelli della scuola pubblica del nostro Paese ai più bassi livelli nel panorama europeo, favorendo la fuga dei giovani oltre confine. Ma non è finita.

Nei mesi scorsi esce nelle librerie uno studio scientifico (a firma di tre esperti: suor Anna Monia Alfieri, Marco Grumo e Maria Chiara Parola) dal titolo Il diritto di Apprendere. Nuove linee di investimento per un sistema integrato Ed. Giappichelli 2015. Condotto su statistiche del Miur, dimostra come lo Stato potrebbe cambiare strada e risparmiare ben 17 miliardi di Euro nelle spese per l'istruzione, applicando a tutte le scuole pubbliche un costo standard di sostenibilità per alunno. Oggi non ci sono più alibi.
Nonostante tutto, da inguaribili ottimisti e nel stesso tempo realisti, sappiamo che qualcosa cambierà, che dovrà cambiare, perché la scuola gestita così com'è oggi non è più sostenibile. (
clicca qui per leggere)

  • 27.03.2016 da IL TEMPO, Il costo standard di sostenibilità : UN SISTEMA DI FINANZIAMENTO NUOVO PER METTERE VERAMENTE LO STUDENTE E LA FAMIGLIA AL "CENTRO" Con il costo standard di sostenibilità si garantisce un diritto inviolabile e si risparmiano 17 miliardi di euro. A questo punto la domanda è d'obbligo: meglio la Buona Scuola per tutti o una Scuola Unica non Buona? La famiglia italiana attende un cenno dal 1948. L'Italia, che risulta la più grave eccezione in Europa e al 47^ posto al Mondo in termini di garanzia di libertà di scelta educativa della famiglia e nel silenzio più assordante, non vuole risolvere la questione anche a fronte di un bel risparmio. Non ci resta che pensare che la superficialità e il voltare lo sguardo dall'altra parte siano per giungere ad una Scuola Unica di Stato, sicuramente non Buona, come avviene nei regimi. E dove non c'è libertà, non ci sono intelligenza e dedizione, confronto con modelli positivi, ci sono i semi di violenza, anarchia, ignoranza, terrorismo.

All'indomani dei tragici fatti di Bruxelles il presidente del Consiglio giustamente afferma che la salvezza è la cultura... Ma se vengono spazzati dal territorio italiano 500 anni di vitalità, di riflessione, di studio, di apertura mentale, di formazione, dati dal consistente drappello delle scuole pubbliche paritarie con seri e certificati progetti educativi, non è escluso che in certe periferie delle nostre città si annidino più che i germi della follìa, dell'ignoranza e del terrorismo... Già ci sono. (clicca qui per leggere)

Con i più cari saluti
Sr.Anna Monia


 
Torna ai contenuti | Torna al menu