Il Comune di Milano riconosce che Publicum est pro populo - Associazione Mariapaola Albertario

Cerca
Meteo Milano
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Comune di Milano riconosce che Publicum est pro populo

Files News > Files News 2014-2015

Gent.mi tutti,
condividiamo una bella notizia che conferma come l'azione congiunta responsabile dei cittadini possa favorire la "garanzia" dei diritti dei cittadini.
Come ricorderete alcuni giorni fa si comunicava che a mezzo Comunicato Stampa congiunto, le Associazioni dei genitori (AGeSc, Age, Faes), dei gestori (Amism, Aninsei, Cdo opere educative, Comitato politico scolastico, Fidae, Filins) e dei docenti (Diesse, Uciim) hanno domandato al Comune di Milano il motivo per cui una porzione di cittadini sia esclusa da un progetto espressamente destinato a tutti. (
clicca qui per leggere)

  • Un caso singolare, quello milanese, che è finito in Parlamento. 21.10.2014 da Avvenire: L'art. Art. 3 della Cost. "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali" appare più che mai lettera morta (clicca qui per leggere).

  • Paritarie discriminate: in realtà si colpisce la famiglia. Da Avvenire 23.10.2014: Come si costruisce una comunità coesa e solidale se il Comune, per primo, ne discrimina una parte importante? E quale idea ha di comunità una amministrazione che volutamente opera una discriminazione tra chi è dentro e chi è fuori? Domande come macigni quando sino a qualche mese fa proprio dal Comune di Milano si sentivano udire parole sagge come queste: "Tutti i bambini sono uguali" (clicca qui). Lo stesso Premier Renzi e il Ministro all'Istruzione Sen. Giannini con il documento la Buona Scuola a pag. 65, senza ombra di dubbio, hanno dichiarato che tutte le scuole, statali e paritarie sono pubbliche. (clicca qui per leggere).
  • Abbiamo invocato il ruolo delle Istituzioni nel superare ogni discriminazione. 28.10.2014 da La Tecnica della Scuola: "Se anche le Istituzioni discriminano" (clicca qui per leggere)
  • Con soddisfazione il Comune di Milano riconosce che publicum est pro populo aprendo il progetto Cartoniadi alla scuola pubblica, statale e paritaria (clicca qui per leggere). Un piccolo passo che sembra essere in linea con quanto leggiamo a pag. 65 del documento La Buona Scuola.
  • 20.11.2014 da Avvenire: "Paritarie discriminate Milano fa retromarcia" (...) in questo modo le istituzioni sono ricollocate al servizio del popolo senza operare ingiustificate discriminazioni a conferma del fatto che, soltanto quando i cittadini e le associazioni sono uniti oltre ogni pregiudizio ma saldi in posizioni di diritto, si può avere una visione d'insieme che diviene forza per una società più civile e giusta. (clicca qui per leggere)


Andiamo avanti con coraggio: stiamo favorendo una azione culturale e non può mancare il nostro contributo.
N.B. Vi Aspettiamo numerosi all'Assemblea Fidae Nazionale prevista per il 27/28 Novembre 2014, Roma . (
clicca qui per tutte le informazioni).

Con i più cari saluti
Suor Anna Monia



 
Torna ai contenuti | Torna al menu