Buona Scuola, Scuola Unica, Sentenza ICI: Facciamo un pò di Chiarezza - Associazione Mariapaola Albertario

Cerca
Meteo Milano
Vai ai contenuti

Menu principale:

Buona Scuola, Scuola Unica, Sentenza ICI: Facciamo un pò di Chiarezza

Files News > Files News 2014-2015

Gentt.mi tutti,
l'ideologia è come un vulcano che sembra spento, sopito ma si prepara e erutta trascinando con se le case, le persone lasciando il nulla insieme ad un terribile odore di bruciato. Sembra tutto perso eppure l'ultima parola non può essere quella della fine. Mi ripeto che ciò che è certo è che la famiglia italiana come avviene in tutta Europa arriverà ad esercitare la propria libertà di scelta educativa. Sta a noi non cedere al disfattismo di chi ha interesse di farci credere che ad ogni passo ne seguiranno tre indietro.
Si levino gli scudi della scienza, della conoscenza e non si arretri di un millimetro dal buon senso.
La nostra azione culturale procede affinché in tanti si riconoscano soggetti capaci di rivendicare un Paese più giusto ed equo
Condivido alcune riflessioni in attesa di studiare le due sentenze della Cassazione sull'ICI

  • 25 Luglio 2015, da Zenit, La “Buona Scuola” e l’ottimismo corresponsabile, di G. Ardenò Intervistando suor Anna Monia Alfieri, emerge la differenza e l’originalità nell’accogliere la nuova legge della scuola italiana. (continua a leggere)

  • Da più parti si sono levate voci di sconcerto per la sentenza della Cassazione. In merito si rimanda ad un contributo di qualche mese (clicca qui per leggere) fa che ha portato al Decreto Imu giugno 2014 (clicca qui per leggere) Come a dire: RITORNANO SEMPRE....
  • 27 Luglio 2015, da Il Corriere della Sera, Ici scuole paritarie, l’appello della suora a Renzi: “Non faccia cassa così” «Io l’Ici e l’Imu le voglio pagare ma il governo mi dica che le scuole paritarie non fanno parte del sistema nazionale d’istruzione. Deve dichiarare che le famiglie non hanno il diritto di scegliere», incalza suor Anna Monia, che avanza anche una proposta da realizzare in «due o tre anni»: «Lo Stato spende 7.500 euro per un allievo che va alla statale e per le paritarie 480. Si stabilisca quanto dovrebbe costare uno studente in un sistema scolastico efficiente e questa cifra venga destinata a favorire la libertà di scelta educativa della famiglia. Questa sarebbe la ‘Buona scuola’: più autonomia per le scuole e leadership educativa» (clicca qui per leggere)
  • 27 Luglio 2015, da La Tecnica della Scuola, Ici alle paritarie, "una sentenza che suscita generale sconcerto" , Uno Stato non può chiamarsi autenticamente democratico se non rispetta la libertà della scuola; se non rispetta questo diritto fondamentale del cittadino alla libera scelta della scuola. Pertanto la questione è ben più ampia e va oltre l’Ici da far pagare agli istituti dei preti e delle suore, anche se questa tassa è un ulteriore grave peso posto sulle spalle delle scuole pubbliche paritarie e delle famiglie che già pagano le tasse anche per la scuola. Fosse davvero così semplice, fosse davvero solo economico il problema, se non ci fossero di mezzo sacrosanti ideali e doveri sociali, questi – preti e suore – non avrebbero altro da fare forse anche di meno logorante? (clicca qui per leggere)
  • Martedì 28 Luglio 2015, ore 7.10 interverrò a UNO MATTINA ESTATE. Parleremo di Buona Scuola, Scuola Unica, sistema scolastico integrato, Ici e proposte.


Andiamo avanti con coraggio stiamo servendo la Res-Publica


 
Torna ai contenuti | Torna al menu